Il riconoscimento animico delle fiamme gemelle

Come si riconosce l'anima di fiamma gemella?

In rete esistono molti video e molti articoli che cercano di inquadrare il momento in cui le due controparti animiche, maschile e femminile, si riconoscono per la prima volta. Molti scrivono che sia il primo incontro in assoluto a determinare il riconoscimento animico, io non sono del tutto d’accordo, per esperienza personale, perché il mio riconoscimento animico è venuto per gradi. Dunque non penso vi sia un unico modo, valido per tutti, con cui le due fiamme gemelle si riconoscono. Tuttavia, sono sicura che vi siano dei segni che diano una risposta abbastanza certa alla domanda: è proprio lui la mia fiamma gemella?

Come riconoscere la fiamma gemella? Nel parlo diffusamente in questo articolo. 

Torniamo ai nostri fatidici segni, che si manifestano in vari momenti del percorso, subito dopo il riconoscimento animico.

Indice

come riconoscere la fiamma gemella segnali

Segni relativi ai sentimenti/sensazioni provati verso la tua fiamma gemella

  1. Con la tua fiamme gemella ti senti A CASA , per la prima volta.
  2. Hai la sensazione di essere una cosa sola con quella persona. Questa sensazione è uno dei prerequisiti per definire la fiamma gemella: sentire che sia è uno, o destinati a stare insieme a lui o lei. Questo perché Anima sa di aver incontrato se stessa e dunque la mente interpreta questo sapere come senso di destino.
  3. Il perdono dei suoi comportamenti verso di te è totale: non lascia indietro rancori o la necessità di essere ripagato/a per il torto subito, questo perché al livello animico sai che ogni torto attuato era in realtà un gesto d’amore per aiutarti a imparare più velocemente la lezione che sei giunta ad imparare.
  4. Hai una fiducia completa e irrazionale verso di lui/lei: senti che non potrebbe farti mai del male, e che tutto quello che fa non è mai un’azione volta a ferirti. Questa sensazione crea una dissonanza cognitiva, quando in terza dimensione sembra davvero volerti ferire, e quando, soprattutto, vieni influenzato dalle persone che ti stanno accanto che cercando aiutarti, confutano quello che è il tuo sentire animico.
  5. L’amore verso di lui/lei è profondo, disinteressato, senti che non smetterà mai di esistere: l’amore che provi per la tua fiamma gemella sembra un sentimento quasi alieno, non è di questa terra e senti che è un amore che non ti lascerà mai, anche dopo anni di separazione, semplicemente “lo sai”. Anche se a volte avverti un distacco emotivo, dovuto alla grande sofferenza che il rapporto ti provoca. Questo distacco non è reale e si sgretolerà prima o dopo.
  6. Hai la sensazione animica FORTE, che la tua controparte ti accetti esattamente per quello che sei: nonostante i litigi e le separazioni che capiteranno e nonostante anche quello che ci si dice, hai la sensazione che la tua controparte ti accetti esattamente per quello che sei e che ogni cosa negativa che ti dice non è mai volta a svalutarti, ma a spronarti a risolvere alcuni conflitti interiori. Non lo fa in modo conscio, sia chiaro, ma il suo dialogo verso di te non svaluta mai la tua vera natura.
  7. Attrazione fisica sessuale fortissima che non si esaurisce: anche l’attrazione fisica è un qualcosa che senti essere di un altro pianeta, è diversa da quella provata con altre persone, è magnetica e a tratti irresistibile, perché attraverso il rapporto sessuale, le due controparti sanano le ferite e comunicano a livello energetico più profondo.
  8. Sesso fuori dal comune: anche l’atto sessuale è diverso, lo riconosci perché con quella persona antichi pudori spariscono, i freni non esistono e nemmeno i limiti, perché la fiducia è totale, come anche l’accettazione del corpo della fiamma gemella.
  9. Sguardo: quando vi guardate il tempo sembra fermarsi, nei suoi occhi è come se vedessi l’intero cosmo. Ci sono alcuni attimi in cui vi guardate allo stesso modo ed è come se l’altra persona fosse la creatura più meravigliosa di tutto il creato, come se foste Adamo ed Eva.
  10. Vederlo/a soffrire è un dolore insopportabile: dal momento che lui è te e tu sei lui, vedere soffrire la controparte animica è un dolore insopportabile per entrambe le parti, anche qui non è la semplice empatia che provano due persone innamorate, ma è proprio come se ti tagliassero una parte del corpo, il suo dolore diventa tuo. Questo provoca anche alcuni degli allontanamenti tra le fiamme. (Ne parlerò meglio altrove). Questo porta a…
  11. Istinto di protezione fortissimo verso la fiamma: piuttosto che fargli del male ti faresti tagliare un piede. L’istinto di protezione nasce dal fatto che in verità tu e lui siete cosa unica, quindi stai proteggendo la tua stessa anima, e copre tutti gli aspetti della fiamma, sia gli attacchi rivolti da altri verso di lui/lei, sia le tue stesse azioni che sono sempre guidate dall’amore e mai da un seno di possesso/ossessione.
  12. Stare insieme quando si è in equilibrio (non in lite) dà una sensazione di pace assoluta: anche qui non confondiamoci con lo “stare bene” che ti provoca una persona di cui sei innamorata, sono due sensazioni diverse, perché se il rapporto non è di fiamma, quello stare bene esiste, ma non è la sensazione di pace assoluta che provi quando sei vicino alla fiamma. Stare vicino a lei, è come se ti ricaricasse le pile, senti di poter tirare un “sospiro di sollievo”, ti sembra di ricominciare a respirare normalmente dopo aver trattenuto il respiro, non so come descrivere questa sensazione diversamente.
  13. E’ il tuo specchio perfetto: ti mostra tutte le tue insicurezze, dai piccoli dettagli, a quelle più profonde e radicate. Ecco perché il rapporto è così intenso e doloroso: perché anche se la sofferenza è così grande, sai che il legame non si dissolverà mai e non puoi semplicemente chiude e voltare pagina, ma devi affrontare i tuoi demoni e arrivare a un equilibrio e a una forza interiore stabile.
  14. Comprendi di non essere ossessionata, perché vivi normalmente anche senza di lei/lui: ma sai che l’unione fisica rappresenta un amore incomparabile e che qualsiasi cosa vivrai dopo non sarà mai della stessa intensità (ahinoi).

Segni relativi alla trasformazione fisica/emotiva/spirituale che avvengono dopo l’incontro con la fiamma gemella

  1. Aumento dell’energia in sua presenza: quando sei insieme alla tua fiamma l’energia aumenta a livello esponenziale, si ha un reale e fisico aumento di calore, avvertito da entrambe le controparti e in alcuni casi anche da altre presone presenti nell’ambiente. L’aumento di energia potrebbe compromettere anche dispositivi elettronici e tecnologia di vario tipo (luci che saltano, telefono che smette di funzionare o non prende etc). Per chi è più sensibile questo aumento di energia può essere avvertito anche sulla propria pelle attraverso una sensazione di formicolio o prurito intenso.
  2. Attivazione del chakra del cuore: non è una sensazione che avverti sempre, ma entrambe le controparti sentono calore o fitte al cuore quando è in presenza dell’altro. In base al grado di sensibilità della persona questa sensazione sarà più o meno vivida.
  3. Aumento delle capacità psichiche: questo dipende principalmente da due fattori, primo con il riconoscimento animico hai accelerato in modo irreversibile il tuo allineamento con Anima, e questo porta a un naturale aumento delle facoltà psichiche presenti in ogni essere umano, in quanto co-creatore divino dell’esistenza. Secondo, dall’aumento dell’energia che provoca un risveglio (per alcuni doloroso) della kundalini che “accende” e riattiva i nostri chakra compresi quelli del terzo occhio e della corona, responsabili delle suddette facoltà. Questo risveglio psichico provoca un naturale interesse verso materie esoteriche di ogni tipo, al fine di cercare di comprendere cosa ti stia capitando, e nel frattempo seguire i dettami che la tua anima sta comunicando attraverso l’istinto. (Spiegherò meglio di cosa sto parlando qui in un altro post.)
  4. Telepatia/empatia verso la tua fiamma: avvengono casi di telepatia evidenti, nel senso che uno finisce le frasi dell’altro e viceversa. Ma la cosa più interessante e dolorosa è l’empatia profonda delle sensazioni fisiche e delle emozioni, è un canale sempre aperto che però puoi decidere di non ascoltare emotivamente per proteggerti dal dolore che, se sempre condiviso, aumenta esponenzialmente. Questa empatia funziona come con vasi comunicanti, si viene influenzati a vicenda e le sensazioni condivise aumentano dunque di forza, soprattutto se ci si trova vicini alla propria fiamma. Ovviamente è presente anche a distanza.
  5. Sincronicità: segni dovunque che lui sia la tua fiamma, questi segnali sono portati di fronte a te da Anima o dagli esseri di luce che ti stanno vicino , per darti conferma di quello che stai vivendo e dissolvere ogni tuo dubbio.

Segni relativi alla dinamica

Se hai letto fino a qui, complimenti! Sei arrivata all’unico VERO segnale che ti indica che stai avendo a che fare con la tua fiamma gemella. Ovvero questo: quando tu ti allineai all’anima, e quindi passi attraverso alla morte dell’ego, la dinamica si trasforma e con questa cambia il comportamento del divino maschile verso di te: smette di scappare e comincia a cercarti, a scriverti etc. Questo è dovuto dal fatto che essendo un sistema unico, quando tu ti allinei all’anima l’altra parte di te si sente attirata, perché ti stai allineando alla vibrazione che avete in comune, manifestando, così, la sua presenza nella tua vita.

9 commenti su “Il riconoscimento animico delle fiamme gemelle”

  1. È davvero difficile capire se ciò che si sente è vede sia realtà o illusione. È tutto davvero difficile. Da far perdere la testa! Ma grazie di cuore per l’articolo, che resta cmq una boccata d’aria fresca ❤️

  2. Pensavo fosse un narcisista….. E invece forse….. È lui la mia fiamma…. E lo sa lo ha capito….. Ma abbiamo famiglia nn ci potremo congiungere mai…… Non sapevo dell esistenza delle fiamme eppure se lo guardo vedo tutto ciò che nn e riesco ad accettare di me… Ma siamo uguali in tutto per tutto coincidenze… Tante connessione….. Mentre io sto facendo un lavoro su di me per guarire la ferita dall ultimo distacco pensando a farmi del bene aiutando gli altri creando canzoni con la mia arte lui crea altro che richiama purezza dell anima…. E siamo lontani incredible……

  3. Salve.
    Io ho una relazione (non convivenza) che dura ormai da 10 anni.
    All’inizio ero a servizio, per conto della moglie, a casa di quest’uomo. (5/6 anni circa).
    In tutti questi anni, l’ho intravisto si e no 3 volte.
    Mai avrei immaginato di innamorarmi di lui.
    La moglie, un mese prima di morire, mi aveva chiesto di andare a vivere a casa lo. (Ho rifiutato).
    Quando è morta, non sono più andata da loro.
    Dopo più di un mese, il figlio mi ha chiesto di andare a pulire casa.
    Volevo rifiutare, perché già sapevo come sarebbe finita .
    Ho cercato di fare resistenza, perché sapevo che avrei ed avrebbe sofferto, ma….nulla.
    Tutto è andato come sentivo.
    Molte cose, su descritte, sono vere.
    Ed ogni volta che mi allontanavo, per risentimento di alcune sue azioni o parole, ecco che la moglie mi chiedeva di non abbandonarlo.
    Tra un prendi e lascia sono passati 10 anni.
    Ora sono solo confusa e non so ,ne che fare,ne chi sia lui veramente.
    So solo che c’e qualcosa che ci lega.
    Ho persino percepito che sono diverse vite che cerchiamo di portare alla realizzazione finale questo rapporto, ma in ogni vita qualcosa ci separa, con forte dolore di entrambi, e ci impedisce di vivere insieme.
    Ho percepito che abbiamo da imparare uno dall’altro (io la calma e l’attesa, lui a fantasticare e a godersi la vita).
    Ora, nonostante lo ami profondamente, voglio lasciarlo definitivamente, perché, probabilmente, la sua strada è al trove.
    Anche se lui,ha riconoscimento che con me è riuscito a fare cose incredibili, non vuole lasciarmi andare del tutto, ma si è anche lui allontanato, e si fa sentire raramente.
    Ora capisco tutti i litigi, i perdoni, le riconciliazioni, le cose assurde e strane, quel suo lamentare fitte al petto quando si era in sieme.
    Ora capisco tanto.
    Ma non so realmente che fare.
    Voi potreste aiutarmi??
    Grazie. Grazie. Grazie.

    1. Dovresti seguire il tuo sentire, e non distoglierti da quello. Se ti va di riallacciare i rapporti, fallo! Non temere non ci osno errori nel rapporto di fiamma!

  4. Buongiorno! Vi scrivo per avere un vostro parere sulla mia esperienza, il confronto può essere illuminante di tanto in tanto!
    Ho 30 anni e quando ne avevo 17 ho incontrato quella che credo essere la mia fiamma gemella. Quando ci siamo conosciuti ero del tutto inconsapevole,ma un amore intensissimo è subito nato tra di noi e dalla prima sera non ci siamo più lasciati per due meravigliosi anni. La storia si concluse perché io mi trasferii per studio, lui non era in grado di andare oltre le sue paure e io volevo fare esperienza della vita. Ci siamo lasciati con le lacrime, con amore nel cuore… Per anni l’ho sempre portato con me, qualunque uomo abbia incontrato per me non lo ha mai eguagliato in intensità del sentimento ed anche sessualmente, ho sempre detto alla mia migliore amica di amarlo anche se la cosa poteva sembrare folle, sentivo in cuor mio che mai nulla sarebbe cambiato nel mio cuore. Lui è stato fidanzato per 10 anni ed entrambi ci siamo separati dai rispettivi partner la scorsa estate. I primi di gennaio 2021 mi ha scritto, dopo 11 anni di silenzio totale, io ero a Milano lui a Palermo, da allora ci siamo sentiti ogni giorno rinnovandosi affetto e tenerezza finché non sono tornata in sicilia lo scorso mese. Ci siamo visti ed abbiamo trascorso una settimana insieme ed è stato come stare in una bolla di amore, potentissimo, attrazione, gioia, una danza di bellezza … dopo di ciò però lui è retrocesso, ha cominciato a dirmi di non essere pronto, un giorno stiamo benissimo quello successivo un dramma cosmico perché mi tiene a distanza pur dicendomi che mi vuole un bene infinito (non ci siamo detti che ci amiamo). Inizialmente pareva che il problema fosse il fantasma di questa relazione disfunzionale che ha avuto, ma ora sento che la sua grande paura è data proprio da questa gioia immensa ed improvvisa che proviamo quando siamo insieme. Mi sono accorta che anche io vacillo perché mi pare che lui non ricambi il mio sentimento, ma in fondo al cuore so che non è così… Inoltre ci siamo lasciati giovanissimi 11 anni fa e ci ritroviamo che facciamo praticamente un lavoro simile io scenografa lui tecnico del suono, appassionati di teatro, di musica, facciamo le stesse battute, ci completiamo le frasi, vediamo sempre i numeri doppi e qua do ci abbracciamo si sente la pace… cos’altro serve? Il divino femminile cosa deve fare per far sì che il divino maschile esca dalla paura e viva e gioisca in maniera totale?! In tutto ciò io mi sento intera, non mi sento rotta o da aggiustare perché sono anni che lavoro su di me e ho imparato ad amarmi… cosa devo rivedere? Ditemi cosa ne pensate!!! Abbracci

  5. Marco e Claudia

    La sento…nel silenzio, anche a centinaia o migliaia di km di distanza, nel dolore o nella gioia, in bene o male.

    “Contro ogni impeto, impeto, piacere o istinto. L’arte di procreare quanto la volontà divina…si fermano dinanzi la dolcezza di due fiamme gemelle”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *